Antifurto casa: 5 consigli per scegliere il migliore

0
10

Proteggere la propria abitazione e chi la vive è la preoccupazione di ogni capo famiglia, soprattutto in un Paese dove, nonostante i reati in costante calo, quella dei furti in abitazione continua ad essere un’emergenza apparentemente impossibile da arginare.

Scegliere pertanto un antifurto casa efficace è di fondamentale importanza, motivo per il quale abbiamo preparato per te una guida completa  sull'argomento, una guida in grado di fornirci tutto quello di cui abbiamo bisogno per compiere una scelta informata e proteggere al meglio la nostra abitazione.

La tecnologia è dalla nostra parte: oggi sul mercato abbiamo infatti a disposizione soluzioni innovative, che sfruttando progetti di ultima generazione, sono in grado di tenere efficacemente i ladri lontani dalle nostre cose più care.

1. Sì, un antifurto può fare la differenza

Il primo dei consigli che possiamo darti è quello di dotarti al più presto di un buon antifurto. Questo perché l’aumento dei furti è generalizzato su tutto il territorio nazionale e un antifurto di qualità è il presidio minimo per proteggere la nostra casa dalle effrazioni dei malintenzionati.

Non è vero che i ladri sono sempre in grado di aggirare questi sistemi: è vero che possono farlo quando si sceglie una tecnologia ormai superata. Davanti però agli ultimi ritrovati della tecnologia del settore, c’è poco che i ladri possono fare, anche se molto esperti e preparati.

2. Il costo è importante, ma comunque relativo

Risparmiare sull'antifurto non è quasi mai conveniente. Certo, ci sono molte soluzioni decisamente economiche, ma il prezzo da pagare per proteggere la propria casa andrebbe inquadrato sempre in un contesto decisamente più ampio.

A chi giova risparmiare nel momento dell’acquisto, per poi trovarsi a installare un antifurto che poco può fare in termini di protezione della nostra abitazione? Il danno oltre la beffa, perché avremo sì speso poco, ma avremo comunque lasciato il via libera a ladri e malintenzionati.

Spendere qualcosa in più per rivolgersi a marchi riconosciuti e che possano offrire soluzioni effettivamente funzionanti è sempre una buona idea. Calcola la spesa per il tuo impianto antifurto sul medio e lungo periodo e non solo al momento dell’acquisto.

3. Scegli un installatore certificato

La qualità dell’antifurto è importante, ma l’implementazione dello stesso nell'immobile che ci interessa proteggere è ancora più importante.

Un ottimo antifurto installato però non secondo lo stato dell’arte non può fare davvero nulla per proteggere la nostra abitazione. Rivolgiti sempre a rivenditori e installatori certificati, evitando anche di acquistare l’antifurto per poi provvedere ad un'installazione casalinga.

Il rischio di non installare il tutto correttamente e dunque di perdere funzionalità, e di conseguenza protezione, è molto alto.

È sicuramente più indicato non cercare il risparmio a tutti i costi anche per quanto riguarda l’installazione.

4. Una centrale operativa può fare la differenza

I migliori marchi del settore antifurto sono oggi in grado di offrire servizi integrati di grande spessore, come appunto la centrale operativa. Parliamo di una centrale che, controllando i sensori e il funzionamento del nostro antifurto, è in grado di valutare la presenza di falsi allarmi o inneschi e comunque di rendere ancora più tempestivo l’intervento delle forze dell’ordine.

Si tratta di un servizio aggiuntivo che fa effettivamente la differenza tra un grande antifurto e uno che invece non è in grado di svolgere al meglio il suo ruolo di guardia dei nostri beni e affetti più cari.

Cerca di rivolgerti, se il portafoglio te lo permette, ad un gruppo che è in grado di offrirti anche questo tipo di servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here